Procedura Civile

Spese di lite: il Giudice deve tener conto della notula dell'avvocato

"In tema di liquidazione delle spese processuali, il Giudice, in presenza di una nota specifica prodotta dalla parte vittoriosa, non può limitarsi ad una globale determinazione dei diritti di procuratore e degli onorari di avvocato, in misura inferiore a quelli esposti, ma ha l'onere di dare adeguata motivazione dell'eliminazione e della riduzione di voci da lui operata, allo scopo di consentire, attraverso il sindacato di legittimità, l'accertamento della conformità della liquidazione a quanto risulta dagli atti ed alle tariffe."

In base a questo principio, la Suprema Corte, con sentenza n.22883 depositata in data 10 novembre 2015, ha cassato la liquidazione globale e immotivatamente riduttiva delle spese, dei diritti e degli onorari operata dal Tribunale senza alcuna specifica motivazione circa la ragione della riduzione o della eliminazione delle voci indicate nelle note spese depositate.

Sempre in tema di liquidazione delle spese, il Collegio ha ribadito il seguente principio di diritto:
"in tema di compenso spettante al difensore, nell'ipotesi di più cause, successivamente riunite, deve essere liquidato un distinto onorario per ciascuna di esse, con riguardo alle attività compiute prima della riunione."

Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com