Conciliazione dinanzi D.P.L. - contratto di lavoro a progetto

  • Stampa

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Provinciale del Lavoro di _________ COMMISSIONE PROVINCIALE DI CONCILIAZIONE PROCESSO VERBALE DI CONCILIAZIONE

Il giorno ____________ alle ore ………….. presso la D.P.L. di _________ innanzi la Commissione Provinciale di Conciliazione, ricostituita con D.D. N° 17 del 3 settembre 1996 ai sensi dell'art. 410 c.p.c.
sono comparsi i seguenti Signori:
per parte ricorrente la Sig.ra Cornelia, nata a …………………………………. il ______________;
per parte convenuta Alfa s.r.l., …………………………………………………………………………….
…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………;
per la discussione della vertenza avente per oggetto quanto contenuto nella denuncia di controversia inviata a codesta Commissione di conciliazione C/O DPL di _________ ed acquisita agli atti dell'Ufficio, concernente la richiesta di pagamento delle ultime tre mensilità e del TFR relativi al contratto a progetto intercorso tra la ricorrente e la società convenuta dal________ al _______________;
Dopo ampia discussione le parti hanno raggiunto l'accordo sulle seguenti basi


PREMESSO

• la ricorrente si richiama integralmente al contenuto ed alle rivendicazioni di cui alla richiesta di tentativo di conciliazione obbligatorio;
• la Società convenuta contesta totalmente le pretese del ricorrente ritenendole infondate in fatto e diritto;
• le parti manifestano la volontà di addivenire ad una amichevole composizione dell'insorgenda lite;
Tutto ciò premesso – e le premesse fanno parte integrante del presente atto – le suddette parti

CONVENGONO

1. il…………………………………………………………………………………………………………………………, n.q. di legale rappresentante pro tempore della Società convenuta, pur ribadendo che nulla deve al ricorrente, al solo scopo di evitare l’alea del giudizio, a titolo meramente transattivo e senza riconoscimento alcuno delle pretese avanzate da controparte, offre la somma omnicomprensiva netta di Euro 1.500,00;
2. tale somma viene corrisposta contestualmente alla stipula del presente atto con ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………;
3. la sig.ra Cornelia dichiara di accettare la predetta somma e che,a saldo avvenuto, non avrà più nulla a pretendere dalla Società convenuta in ragione e dipendenza dell'intercorso rapporto per le causali di cui alle richieste del tentativo obbligatorio di conciliazione sopra richiamato e, in genere, per qualsiasi altra causa, ragione o titolo derivante dal rapporto di lavoro de quo;
4. le parti convengono altresì che l’accettazione da parte della ricorrente della suddetta somma di euro 1.500,00 non costituisce rinuncia da parte della stessa al credito IRPEF di cui è titolare e di cui chiederà la ripetizione all’Agenzia delle Entrate, nelle sedi opportune, esonerando sul punto la Alfa s.r.l. da ogni obbligazione;
5. le parti dichiarano che, a parte quanto previsto dal presente verbale, null’altro hanno a pretendere per qualsivoglia causa, ragione o titolo. Entrambe le parti si impegnano a non intraprendere azioni giudiziarie in ogni sede l'una nei confronti dell'altra.
_________, li __________________
Letto, approvato e sottoscritto anche ai fini dell'art. 411 c.p.c. ed agli effetti di quanto previsto dall'ultimo comma dell'art. 2113 c.c.
IL CONVENUTO LA RICORRENTE
____________________ __________________
____________________ __________________



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com