Atto di citazione - azione di regolamento dei confini

  • Stampa

Tribunale di....

Il sig. PRIMO nato a _______ il _________ C.F. _______________________ residente in ____________________ (___), Via _________ n.__, elettivamente domiciliato in ________________ preso lo studio dell’avv. ____________________ che lo rappresenta e difende giusta delega in calce al presente atto, (Si dichiara espressamente ai fini e per gli effetti degli artt. 133, 134 e 136, comma 3, c.p.c. di voler ricevere le comunicazioni di Cancelleria al seguente numero di fax:____________)



PREMESSO CHE

1. in data__________ il sig. Primo acquistava unitamente ai sigg.ri Seconda, Terza e Primo Junior il terreno distinto al catasto terreni del Comune di _______ alla partita xxx, foglio n. 10, particella n. 555, con il fabbricato ivi edificato;
2. detta particella 555, di cui l’istante è comproprietario, è di forma regolare trapezoidale ed ha una superficie catastale di mq ______ e confina lungo tutto il lato nord con la particella 556 di proprietà della signora Sesta in regime di comunione dei beni con il di lei coniuge sig. Quarto. Questo confine è costituito da una linea retta che congiunge il vertice nord-est con quello nord-ovest della particella 555;
3. nell’anno 2003 il sig. Quinto allora proprietario del terreno distinto al foglio 10, particella 556 del catasto terreni del Comune di _______, al fine di dividere le proprietà confinanti erigeva un muro di contenimento realizzato in calcestruzzo armato con sovrastante rete metallica sorretta da paletti in ferro a “T”;
4. detto muro di contenimento veniva realizzato, in modo del tutto arbitrario e senza il consenso dell’istante, all’interno alla proprietà del sig. Primo come può evincersi dalle risultanze della relazione tecnica asseverata redatta dal Geometra Flavio e versata agli atti di causa;
5. pertanto, la superficie ad oggi indebitamente occupata dalla sig.ra Sesta è pari a mq ____,00;
6. l’odierno attore richiedeva sia al precedente proprietario sig. Quinto (con racc. a/r del _______ sia all’attuale proprietaria, sig.ra Sesta (con racc. a/r del ________) la demolizione del muro indebitamente costruito sul terreno dell’istante ed il conseguente rilascio della porzione di terreno indebitamente occupata;
7. i proprietari della particella 556 non davano alcun riscontro alle istanze dell’attore;
8. peraltro, il Comune di _______ con racc. a/r del _________ comunicava al sig. Primo di aver dato avvio al procedimento di ripristino dello stato dei luoghi e l’adozione dei provvedimenti sanzionatori con riferimento alla «esecuzione di un muro di contenimento in cemento armato a faccia vista della lunghezza di circa ml __, larghezza ___ e con altezza variabile da ml ___ a ml ___ in assenza di permesso di costruzione realizzato nel terreno di Vostra proprietà»;
9. il Comune di _______ con ordinanza n.__ del ______ ordinava ai sigg.ri Quinto, Sesta e Quarto “la demolizione ed il ripristino dello stato dei luoghi interessati dai lavori abusivamente realizzati, di costruzione di un muro di sostegno in cemento armato della lunghezza di ml ___ altezza variabile da ml ___ a ml ___ e spessore __ cm”

Tutto ciò premesso, il sig. Primo come in epigrafe rappresentato, difeso e domiciliato

CITA


la sig.ra Sesta residente in _______, strada Logos snc, (_____) ed il sig. Quartoresidente in _______, strada Logos snc, (_______), coniugi, proprietari in regime di comunione dei beni del terreno distinto al catasto terreni del Comune di _______ alla partita xxx, foglio n. 10, particella n. 556, a comparire dinanzi al Tribunale Civile di Plutonia, nelle sue note sedi, Sezione e Giudice designandi, all’udienza del _________, ore di rito, con l’invito a costituirsi nel termine di venti giorni prima della data di comparizione indicata, ovvero quella fissata dal Giudice Istruttore, nei modi e nelle forme di cui all’art. 166 c.p.c., con espresso avvertimento che, in mancanza, incorrerà nelle preclusioni e decadenze previste dagli artt. 38 e 167 c.p.c. e si procederà in sua assenza e contumacia, per ivi sentire accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l’on.le Tribunale adito, contrariis reiectis, determinare il confine tra il terreno di proprietà dei sigg.ri Primo, Seconda, Terza Primo Junior distinto al catasto terreni del Comune di _______ alla partita xxx, foglio n. 10, particella n. 555 ed il terreno di proprietà della sig.ra Sesta e Quarto distinto al foglio 10, particella 556 del catasto terreni del Comune di _______ e per l’effetto ordinare alla convenuta la rimessa in pristino dello stato dei luoghi attraverso la rimozione del muro de quo nonchè condannare i sigg.ri Sesta e Quarto al rilascio in favore dell’attore della porzione di terreno che risulterà indebitamente occupata.
Con vittoria di spese, competenze ed onorari da distrarsi in favore dei procuratori antistatari.
In via istruttoria si chiede ammettersi C.T.U. tecnica al fine di determinare la linea di confine tra le porzioni immobiliari de quibus.
Si offrono in comunicazione, in fotocopia: contratto di compravendita immobiliare del ______; visura catastale del ______ relativa al terreno distinto al catasto terreni del Comune di _______ alla partita xxx, foglio n. 10, particella n. 555; racc. a/r del ______ inviata da Primo a Quinto; racc. a/r del 17.07.06 inviata da_____; racc. a/r del _______ inviata da Primo a Sesta; relazione tecnica asseverata del Geom. Flavio; documentazione fotografica; racc. del Comune di _______ del ______; Raccomandata di Primo consegnata a mani del Comune di _______ in data _______; ordinanza n.__ del ______ del Comune di _______; perizia tecnica sullo stato dei luoghi, datata ______, dell’ing. Flavio in qualità di Tecnico Comunale Convenzionato; stato di famiglia della sig.ra Sesta.

Luogo e Data Avv.XXXX




Il sottoscritto PRIMO, nato a ____________ il __________, residente in ________, via ________n.______, C.F. ___________ informato ai sensi dell’art.4, comma 3, del d.lgs. n. 28/2010 della possibilità di ricorrere al procedimento di mediazione ivi previsto e dei benefici fiscali di cui agli artt. 17 e 20 del medesimo decreto, come da atto allegato, delego a rappresentarmi e difendermi, unitamente e disgiuntamente, in ogni stato e grado, anche esecutivo del presente procedimento, con ogni più ampio potere di legge - ivi compresa la facoltà di agire e resistere in riconvenzionale, di chiamare terzi in causa, di rinunciare ed accettare rinunce agli atti ed all’azione, di nominare sostituti, di transigere e conciliare, di incassare e quietanzare anche in relazione alle somme che saranno versate in sede esecutiva, di sottoscrivere qualsiasi atto giudiziale e stragiudiziale utile all'adempimento del mandato conferito - l’Avv. _____________ nel cui studio in _______, via _________, eleggo domicilio. Ai sensi e per gli effetti della L. 675/96, come sostituita dal T.U. 196/03, dichiaro di avere ricevuta apposita informativa e presto il consenso al trattamento dei dati, compresi quelli sensibili, direttamente o anche tramite terzi per ottemperare agli obblighi previsti dalla legge e al mandato conferito.



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com