Atto di citazione - perdita di possesso automobilie - trascrizione al PRA con effetto retroattivo - pagamento tassa automobilistica

  • Stampa

Giudice di Pace di....
Atto di citazione

Il sig. PRIMO nato a _______ il _________ C.F. _______________________ residente in ____________________ (___), Via _________ n.__, elettivamente domiciliato in ________________ presso lo studio dell’avv. ____________________ che lo rappresenta e difende giusta delega in calce al presente atto, (Si dichiara espressamente ai fini e per gli effetti degli artt. 133, 134 e 136, comma 3, c.p.c. di voler ricevere le comunicazioni di Cancelleria al seguente numero di fax:____________)


PREMESSO CHE

1. in data 6.10.2004 l’odierno attore acquistava dalla sig.ra Seconda l’automobile Bianchina Blu tg. AA111AA;
2. a seguito di un grave incidente stradale avvenuto in Tivoli il 01.06.2005 la suddetta autovettura veniva distrutta;
3. in virtù di detto sinistro e dell’inutilizzabilità dell’automobile in questione il sig. Primo , in data 15.06.2005, provvedeva a sospendere la polizza assicurativa n° 111/aaBBBBBBETA Assicurazioni, Divisione Gamma;
4. successivamente, una volta esaurite le attività di perizia svolte dai tecnici incaricati dalle imprese assicurative delle auto coinvolte nel sinistro del 01.06.2005, il sig. Primo in data 18.10.05 cedeva il possesso della vettura in questione alla Alfa S.r.l. affinché provvedesse alternativamente al trasferimento di proprietà o alla rottamazione della medesima. Sul punto la stessa società convenuta rilasciava documento datato 18.10.05 in cui testualmente si legge: «Lo esonera dalla data della presente da ogni responsabilità civile e penale da ogni contravvenzione elevata dalla data odierna in poi sull’autovettura sopra citata»;
5. a partire quindi dalla data del 18.10.05 il sig. Primo non aveva più il possesso dell’autovettura in questione in quanto la stessa fu materialmente presa dalla società odierna convenuta;
6. le parti individuavano la causa del negozio de quo nella facoltà per l’attore di liberarsi dell’autovettura incidentata senza il pagamento di alcun onere contro la facoltà per la convenuta di gratuitamente disporre della stessa acquistandola e riparandola o rottamandola e trattenendo eventuali pezzi di ricambio;
7. pertanto all’operazione de qua non veniva associata alcuna corresponsione di denaro;
8. ciò nonostante il sig. Primo riceveva, da ultimo con racc. a/r del 16.10.09, richieste di pagamento di tasse automobilistiche relative all’auto in questione dall’ACI Automobile Club Italia e dalla Regione Lazio;
9. da visure effettuate presso il PRA l’autovettura Bianchina Blu tg. AA111AA risulta a tutt’oggi di proprietà dell’odierno attore;
10. alla luce di quanto sin qui dedotto si evince con tutta evidenza la responsabilità piena ed esclusiva della Alfa S.r.l. per non aver provveduto, come era suo preciso obbligo, a rottamare o ad eseguire il passaggio di proprietà dell’auto Bianchina Blu tg. AA111AA dalla stessa società presa in consegna in data 18.10.05;
11. infatti, a far data dal 18.10.05 l’autovettura de qua non è più tornata in possesso dell’attore, e la Alfa S.r.l. ha omesso negligentemente di ottemperare ad un preciso obbligo spettante all’acquirente e quindi a chi ha il possesso e la proprietà di un bene mobile registrato, che è quello appunto di intestarlo a proprio nome o rottamarlo, se inservibile;
12. non può infine non rilevarsi come solamente a causa dell’inerzia e della scarsa professionalità della società convenuta si è resa necessaria la presente controversia. Di detta circostanza si chiede tenersi conto ai fini della liquidazione delle spese di lite.

Tanto premesso, il sig. Primo come in epigrafe rappresentato, difeso e domiciliato

CITA


la “ALFA s.r.l.” in persona del legale rappresentante pro tempore con sede legale in PLUTONIA, Via Dei Pini n.1582, a comparire dinanzi al Giudice di Pace di _______________, nota sede di Via Della Giustizia nn. ---, Sezione e Giudice designandi, all’udienza del ____________ ore di rito – con invito a costituirsi in giudizio nel termine di venti giorni prima dell’udienza indicata ai sensi e nelle forme stabilite dall’art. 166 c.p.c, e con avvertimento che la costituzione oltre i suddetti termini implica le decadenze di cui agli artt 167 e 38 c.p.c. e che in difetto di costituzione si procederà in sua contumacia ai sensi dell’art. 171 c.p.c – per ivi sentir accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l’Ill.mo Giudice di Pace adito, contrariis reiectis, così provvedere:
- accertare e dichiarare che a partire dalla data del 18.10.05 il sig. Tizio perdeva il possesso e la proprietà dell’autovettura Bianchina Blu tg. AA111AA per averla consegnata alla Alfa s.r.l., nelle modalità e per i motivi espressi in narrativa, onde essere garantita e manlevata per tutte le richieste di pagamento pervenutegli a partire dalla suddetta data;
- ordinare al sig. Conservatore del Pubblico Registro Automobillistico di PLUTONIA di procedere alle opportune trascrizioni e annotazioni, esonerando l’attore da ogni responsabilità al riguardo.
Con vittoria di spese, competenze ed onorari del presente giudizio da distrarsi in favore dei procuratori antistatari.
Si offrono in comunicazione: 1) Accertamento di violazione alle norme di circolazione stradale del 6.06.2005 relativo al sinistro del 01.06.2005; 2) dichiarazioni BETA Assicuraziuoni; 3) Scrittura Privata Tizio – Alfa S.r.l. del 18.10.2005; 4) Certificato PRA sull’autovettura Bianchina Blu tg. AA111AA del 19.10.2009; 5) Richieste di pagamento ACI – Regione ______; 6) Visura Camerale Alfa S.r.l. del 18.10.2005 e quant’altro indicato nell’indice di cui al fascicolo di parte.

Luogo e Data Avv.XXXX




Il sottoscritto PRIMO, nato a ____________ il __________, residente in ________, via ________n.______, C.F. ___________ informato ai sensi dell’art.4, comma 3, del d.lgs. n. 28/2010 della possibilità di ricorrere al procedimento di mediazione ivi previsto e dei benefici fiscali di cui agli artt. 17 e 20 del medesimo decreto, come da atto allegato, delego a rappresentarmi e difendermi, unitamente e disgiuntamente, in ogni stato e grado, anche esecutivo del presente procedimento, con ogni più ampio potere di legge - ivi compresa la facoltà di agire e resistere in riconvenzionale, di chiamare terzi in causa, di rinunciare ed accettare rinunce agli atti ed all’azione, di nominare sostituti, di transigere e conciliare, di incassare e quietanzare anche in relazione alle somme che saranno versate in sede esecutiva, di sottoscrivere qualsiasi atto giudiziale e stragiudiziale utile all'adempimento del mandato conferito - l’Avv. _____________ nel cui studio in _______, via _________, eleggo domicilio. Ai sensi e per gli effetti della L. 675/96, come sostituita dal T.U. 196/03, dichiaro di avere ricevuta apposita informativa e presto il consenso al trattamento dei dati, compresi quelli sensibili, direttamente o anche tramite terzi per ottemperare agli obblighi previsti dalla legge e al mandato conferito.



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com