Ricorso per Decreto Ingiuntivo - contartto di appalto

  • Stampa

Tribunale di....
RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO

Il sig. Primo nato a ______ il _____________, C.F.: ________________________ in qualità di titolare della ditta individuale ALFA di Primo, con sede in ___________ Via _____________n. _______ P. IVA: ______________, elettivamente domiciliato in _____________ Via ______________ n.__, presso lo studio dell'Avv. __________ (C.F. ___________) che lo rappresenta e difende giusta delega a margine del presente atto


PREMESSO CHE

1.Con contratto stipulato in data ___________ (doc.1) il Condominio Beta sito in __________, località __________, commissionava in appalto alla ditta individuale ALFA di Primo la realizzazione di opere di ristrutturazione dello stabile condominiale come da capitolato di cui all’art.1 del predetto contratto.

2.Per la realizzazione delle predette opere di ristrutturazione veniva pattuito un corrispettivo complessivo pari ad € 100.000,00 oltre IVA come specificato dall’art. 3 del contratto.

3.Successivamente i lavori di ristrutturazione richiesti dal condominio venivano ampliati con una serie di lavori extracapitolato come da allegato elenco del 16.04.09 redatto dalla ALFA e ratificato dal direttore dei lavori Geom. Secondo [(direttore dei lavori nominato dal condominio come da allegati docc. 2-a) e 2-b)] per un totale complessivo di € 10.000,00 oltre IVA al 10% (doc.3);

4.Il Condominio Beta con delibera assembleare del _______ (doc.4-a) approvava il consuntivo finale di ristrutturazione dello stabile allegando tabella di rendiconto (doc. 4-b) ove venivano riportati i lavori extracapitolato eseguiti dalla ALFA e più precisamente:
Opere Aggiuntive € 8.000,00
Imbotti finestre € 800,00
Scavi per posa tubazioni € 500,00
Tubi di raccolta pozzetti € 700,00
E così per un totale di € € 10.000,00

5.I lavori sono stati ultimati a regola d’arte come da comunicazione del __________ inoltrata dal direttore dei lavori Geom. Tarquinio al Comune di __________ (doc.5-a) nonché come da certificato di collaudo finale rilasciato dallo stesso Geom. Secondo in data 03.07.09 (doc. 5-b).

6.Il Condominio a fronte di un’esecuzione puntuale e pienamente conforme a quanto pattuito dei lavori di ristrutturazione si è reso moroso delle seguenti somme:
- € 5.000,00 oltre IVA al 10% con riferimento alle opere previste da contratto ed il cui prezzo è regolato all’art. 3 del medesimo documento;
- € 10.000,00 oltre IVA al 10% con riferimento alle opere eseguite extracapitolato di cui all’elenco del ____________ sottoscritto dal direttore dei lavori e riportate nella tabella di rendiconto approvata con delibera assembleare del condominio in data ___________

7.Il ricorrente vanta, pertanto nei confronti del Condominio Beta sito in __________, un credito complessivo pari ad € 15.000,00 oltre IVA al 10% nonchè interessi e rivalutazione.

8.Dopo una serie di solleciti di pagamento cui non faceva seguito alcun riscontro da parte della Condominio debitore, con racc. del _________ (doc. 6), il ricorrente richiedeva formalmente di voler versare il debito residuo.

9.Il Condominio Beta non dava alcun riscontro né alla missiva di cui sopra, né ai ripetuti solleciti inoltrati per vie informali;

10.dunque, il predetto condominio ad oggi, non ha adempiuto a quanto legittimamente richiestogli;

11.è, comunque, volontà del ricorrente recuperare la somma de qua.

Tutto ciò premesso, il sig. Primo in qualità di titolare della ditta individuale ALFA di Primo, come sopra rappresentato, difeso e domiciliato

CHIEDE


che Codesto On.le Tribunale adito, Voglia, con proprio Decreto, ingiungere al Condominio Beta, sito in __________, Via __________________, in persona dell’Amministratore e Legale rappresentante pro tempore il pagamento della somma in linea capitale di € 15.000,00 oltre IVA al 10% nonché oltre agli interessi legali dal dovuto saldo, nonché spese, competenze ed onorari del presente procedimento.
Si producono in copia: 1) Contratto per l’esecuzione in appalto di opere di ristrutturazione edilizia del ____________; 2-a) Lettera di incarico professionale del ___________; 2-b) Nomina del direttore dei Lavori del _____________; 3) Elenco Lavori extracapitolato del _____________; 4-a) Delibera assembleare del _____________; 4-b) allegata tabella di rendiconto ristrutturazione del ___________; 5-a) Comunicazione del Geom. Secondo datata ____________; 5-b) Certificato di collaudo finale del Geom. Secondo datato ___________; 6) Racc. Tizio – Condominio Beta del ____________; 7) Certificato di attribuzione del numero di partita IVA.

Il sottoscritto procuratore, ai sensi dell´art. 14 del D.P.R. 30.05.2002 n. 115 e successive modifiche dichiara che il valore del presente procedimento ai fini del contributo unificato è pari a €._________,00.

Luogo e Data Avv.XXXX




Il sottoscritto PRIMO, nato a ____________ il __________, residente in ________, via ________n.______, C.F. ___________ informato ai sensi dell’art.4, comma 3, del d.lgs. n. 28/2010 della possibilità di ricorrere al procedimento di mediazione ivi previsto e dei benefici fiscali di cui agli artt. 17 e 20 del medesimo decreto, come da atto allegato, delego a rappresentarmi e difendermi, unitamente e disgiuntamente, in ogni stato e grado, anche esecutivo del presente procedimento, con ogni più ampio potere di legge - ivi compresa la facoltà di agire e resistere in riconvenzionale, di chiamare terzi in causa, di rinunciare ed accettare rinunce agli atti ed all’azione, di nominare sostituti, di transigere e conciliare, di incassare e quietanzare anche in relazione alle somme che saranno versate in sede esecutiva, di sottoscrivere qualsiasi atto giudiziale e stragiudiziale utile all'adempimento del mandato conferito - l’Avv. _____________ nel cui studio in _______, via _________, eleggo domicilio. Ai sensi e per gli effetti della L. 675/96, come sostituita dal T.U. 196/03, dichiaro di avere ricevuta apposita informativa e presto il consenso al trattamento dei dati, compresi quelli sensibili, direttamente o anche tramite terzi per ottemperare agli obblighi previsti dalla legge e al mandato conferito.



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com