Procedura Civile

Opposizione decreto ingiuntivo - ordinanza ex art. 648 c.p.c. - decreto notificato oltre i 60 giorni - efficacia - prescrizione pagamento frazionato - fattispecie

L'inefficacia del decreto ingiuntivo è legittimamente riconducibile alla sola ipotesi in cui manchi o sia inesistente la notifica nel termine stabilito dalla norma predetta poiché la notificazione del decreto ingiuntivo comunque effettuata, anche se nulla, è pur sempre indice della volontà del creditore di avvalersi del decreto stesso ed esclude la presunzione di abbandono del titolo

TRIBUNALE DI CATANIA
QUINTA SEZIONE CIVILE
Il Giudice dott. Elena Codecasa, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 11/09/2019, ha pronunciato la seguente
ORDINANZA

Motivazione

Rilevato che parte opposta ha instato per la concessione della provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo n. 6387/18;
evidenziato che l’opponente ha fondato la propria opposizione sulla inefficacia del decreto ingiuntivo per violazione dell’art. 644 c.p.c., sulla intervenuta prescrizione quinquennale del credito e sul difetto di legittimazione attiva degli opposti;

rilevato che l'inefficacia del decreto ingiuntivo è legittimamente riconducibile alla sola ipotesi in cui manchi o sia inesistente la notifica nel termine stabilito dalla norma predetta poiché la notificazione del decreto ingiuntivo comunque effettuata, anche se nulla, è pur sempre indice della volontà del creditore di avvalersi del decreto stesso ed esclude la presunzione di abbandono del titolo (che n.1509/19);

rilevato anche che la prescrizione quinquennale di cui all'art. 2948, nn. 3 e 4, c.c., “riguarda prestazioni che maturano con il decorso del tempo e che, pertanto, divengono esigibili solo alle scadenze convenute, giacché costituiscono il corrispettivo della controprestazione resa per i periodi ai quali i singoli pagamenti si riferiscono” mentre invece quando il corrispettivo contrattuale “consiste in una prestazione unitaria eseguibile frazionatamente nel tempo il termine di prescrizione è quello decennale, applicabile in genere alle azioni contrattuali e, segnatamente, a quelle di adempimento o di responsabilità” (n.2086/08);

rilevato infine che gli opposti sono le parti contrattuali del rapporto dedotto in giudizio;
ritenuto dunque che, prima facie, alla luce della prova documentale offerta del credito e delle ragioni di opposizione può essere accolta la domanda di concessione della provvisoria esecutività perché la somma portata dal decreto opposto è sorretta da prova adeguata;
vista la richiesta ex art. 183 c.p.c.;

PQM

autorizza la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo n. 6387/18 D.I., emesso da questo Tribunale in favore di P. D., P. A. e P. G.;
concede i chiesti termini e rinvia all’udienza del 26.2.2020.
Si comunichi.
Catania, 28 settembre 2019
Il GIUDICE
dott. Elena Codecasa
DEPOSITATO TELEMATICAMENTE
EX ART. 15 D.M. 44/2011.



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com