Nuove regole da oggi per l'esecuzione forzata nei confronti dell'Agenzia di Riscossione (ex Equitalia).

La legge di conversione del Decreto Fiscale approvata dalla Camera e pubblicata ieri in Gazzetta Ufficiale , ha modificato all'art. 19 octies (disposizioni in materia di riscossione) l'articolo 14, comma 1, primo periodo, del decreto-legge 31 dicembre 1996, n. 669, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1997, n. 30, sostituendo le parole: "e gli enti pubblici non economici" con le seguenti: "gli enti pubblici non economici e l'ente Agenzia delle entrate-Riscossione".

In pratica, il creditore dell'Agenzia delle Entrate Riscossione, prima del termine di 120 giorni non ha più diritto a procedere ad esecuzione forzata nei confronti delle suddette amministrazioni ed enti, ne' potranno porre in essere atti esecutivi.

Avv. Orazio Esposito
Contatta l'autore

 

Collabora con DirittoItaliano.com

Vuoi pubblicare i tuoi articoli su DirittoItaliano?

Condividi i tuoi articoli, entra a far parte della nostra redazione.

Copyright © 2020 DirittoItaliano.com, Tutti i diritti riservati.