>Decreto Ristori: approvata in via definitiva la conversione in legge. Le principali novità Credit:

La Camera con 303 voti favorevoli e 215 contrari ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione del disegno di legge: S. 1994 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 (d. Decreto ristori), recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19 (Approvato dal Senato) (A.C. 2828).

Dopo l'esame degli ordini del giorno e le dichiarazioni di voto finale, con ripresa televisiva diretta degli interventi dei rappresentanti dei Gruppi e delle componenti politiche del Gruppo misto, l'Assemblea ha approvato in via definitiva il provvedimento.

Ecco le principali misure:

PROCESSO TRIBUTARIO: NESSUNA RISORSA AGGIUNTIVA
Nonostante le forti perplessità espresse anche dal Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria non cambia l'art. 27 dedicato al processo tributario emergenziale. Viene solo aggiunto il 4 comma bis che di fatto nega risorse aggiuntive alle Commissione Tributarie per l'avvio delle udienze da remoto. "Dall’attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Le amministrazioni interessate alla relativa attuazione vi provvedono con le sole risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente".

FORMULA ESECUTIVA TELEMATICA
La copia esecutiva della sentenza potrà essere rilasciata dal cancelliere in forma di documento informatico previa istanza, da depositare in modalità telematica, della parte a favore della quale fu pronunciato il provvedimento. La firma digitale del cancelliere tiene luogo del sigillo. Il difensore può estrarre dal fascicolo informatico il duplicato e la copia analogica o informatica della copia esecutiva in forma di documento informatico. Le copie analogiche e informatiche, anche per immagine, della copia esecutiva in forma di documento informatico estratte dal fascicolo informatico e munite dell’attestazione di conformità equivalgono all’originale.

NOVITA' IN MATERIA DI DILAZIONE RUOLI e PAGAMETNI PUBBLICHE AMMMINISTRAZIONIi

Inserita una norma pro fisco nella legge di conversione al decreto ristori (che avrebbe altro scopo): all'art. 19 del DPR 602/1973 viene aggiunto il comma “1-quater.1. Non può in nessun caso essere concessa la dilazione delle somme oggetto di verifica effettuata, ai sensi dell’articolo 48-bis, in qualunque momento antecedente ALLA DATA DI ACCOGLIMENTO della richiesta di cui al comma 1”

La richiesta di rateazione, anche se ancora non accolta, non è più sufficiente dunque per impedire il pignoramento ex art 48bis dei pagamenti delle PA. Occorrerà l’accoglimento. Per cui se la Riscossione impiegherò 30 giorni per rispondere alla richiesta di dilazione i pagamenti dalla pubblica amministrazione superiori a 5000 euro giunti medio tempore saranno oggetto di pignoramento.

RISORSE ALLE REGIONI

Stanziati 250 milioni alle Regioni ordinarie per il finanziamento delle quote capitale dei debiti finanziari in scadenza nel 2020. Viene destinato un contributo di 110 milioni di euro alle Regioni per ristorare le attività economiche che hanno registrato perdite di fatturato in seguito all'emergenza Covid.

Di questi, 20 milioni sono specificamente destinati alle Regioni che, come il Veneto, hanno adottato ordinanze regionali più restrittive rispetto ai Dpcm in vigore.

Rimborso ai proprietari che applicano sconto affitto

Arriva un contributo dello Stato per i proprietari di abitazioni che ridurranno il canone di affitto, pari al 50% dello sconto che applicheranno agli affittuari, fino a un massimo di 1.200 euro l'anno. Si prevede l'istituzione di un fondo di 50 milioni di euro, per l'anno 2021, per la "sostenibilità del pagamento degli affitti di unità immobiliari residenziali" nelle zone ad "alta tensione abitativa".

Acconti fisco anche in 4 rate da aprile

Potranno essere pagati anche in quattro rate a partire da aprile i versamenti della seconda o unica rata delle imposte sui redditi e dell'Irap, già rinviati al 30 aprile in un'unica soluzione, per imprese, professionisti e artisti e professionisti con ricavi o compensi fino a 50 milioni di euro che abbiano registrato una perdita di almeno il 33% o a prescindere dall'ammontare dei ricavi per le attività nelle zone rosse e per i ristoranti nelle zone arancioni.

Sgravi contributi 100% per contratti apprendistato

Uno sgravio contributivo del 100% per i primi tre anni per i datori di lavoro, che occupano fino a nove dipendenti, che assumeranno giovani con contratti di apprendistato nel 2021.

Golden power estesa fino al 30 giugno

Via libera alla proroga al 30 giugno del 2021 della golden power che tutela le imprese italiane (anche del settore bancario e radiotelevisivo) dalle scalate ostili da parte di paesi stranieri ed europei in settori strategici. Come ha spiegato l senatore Andrea De Bertoldi (Fdi), la misura interessa operazioni come Mediaset-Vivendi e Unicredit.

180 milioni per taglio bollette elettriche

Istituito un fondo da 180 milioni di euro per ridurre, in via transitoria, a tutte le partite Iva e le imprese che rientrano nei codici Ateco del decreto Ristori, le voci della bolletta relative al trasporto dell'energia e agli oneri di sistema.

Stop Cosap e Tosap per primi 3 mesi 2021

Stop al versamento di Cosap (il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) e Tosap (la tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) per bar e ristoranti per i primi tre mesi del 2021. Viene prorogata a marzo l'esenzione dal pagamento del canone e della tassa per l'occupazione del suolo pubblico.

Tetti costi per test Covid in strutture private

Via libera ai tetti massimi, a livello nazionale, per i costi da sostenere per l'esecuzione di test sierologici e tamponi antigenici rapidi in strutture sanitarie private accreditate. Si stabilisce, con accordo in sede di Conferenza Stato-Regioni, su proposta del ministro della Salute, che siano fissati dei tetti massimi a livello nazionale.

Una tantum fino a 1.000 euro per gli edicolanti

Arriva un contributo una tantum fino a 1.000 euro per gli edicolanti che abbiano sostenuto oneri straordinari per lo svolgimento dell'attività durante l'emergenza Covid.

Il contributo è riconosciuto "alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, non titolari di reddito da lavoro dipendente” e la domanda va presentata al Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri entro il termine del 28 febbraio 2021.

Ok detassazione contributi e indennità Covid

Via libera alla detassazione dei contributi e delle indennità erogati a lavoratori autonomi e imprese "in via eccezionale" a causa dell'emergenza Covid.

500 mila euro per pescatori rapiti

Arrivano 500 mila euro nel 2021 per sostenere le famiglie dei pescatori sequestrati da parte di forze straniere, anche non regolari, e fornire contributi all'impresa di pesca.

Sgravi per assunzioni donne vittime violenza

Le cooperative sociali, che effettuano nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato di donne vittime di violenza di genere, debitamente certificati dai servizi sociali del comune di residenza o dai centri anti-violenza o dalle case rifugio, potranno usufruire di uno sgravio contributivo fino a un massimo di 350 euro anche per i prossimi tre anni.

​7,8 milioni per potenziamento sanità militare

Arriva uno stanziamento di 7,8 milioni di euro per il 2021 per il potenziamento dei servizi sanitari militari necessari ad affrontare l'emergenza Covid.

Spettacoli

Viene aumento il limite di spesa (a 800mila euro nei tre anni d'imposta) per il credito d'imposta per le imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali e per le imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo.

Sospensione pignoramenti cratere sisma centro Italia

Vengono sospese fino al 31 marzo 2021 le procedure di sequestro o pignoramento per alcune tipologie di risorse e contributi erogati nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016. A tali risorse non sono inoltre applicabili le norme che disciplinano il fallimento.

Indennità per operatori dello sport

Arriva un'indennità da 800 euro per il mese di dicembre in favore di titolari di rapporti di collaborazione presso il Coni-Comitato olimpico nazionale italiano, il Cip-Comitato italiano paralimpico, le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva - riconosciuti dal Coni o dal Cip - e le società e associazioni sportive dilettantistiche. A favore della misura sono stanziati 170 milioni.


Scarica il PDF: TESTO APPROVATO AL SENATO


 

Collabora con DirittoItaliano.com

Vuoi pubblicare i tuoi articoli su DirittoItaliano?

Condividi i tuoi articoli, entra a far parte della nostra redazione.

Copyright © 2020 DirittoItaliano.com, Tutti i diritti riservati.