>Entrate tributarie in diminuzione nei primi undici mesi dell'anno Credit:

Le entrate tributarie e contributive nei primi undici mesi del 2020 evidenziano nel complesso una diminuzione del 4,6% (-28.645 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo dell’anno 2019. Il dato tiene conto della variazione negativa del 3,5% (-14.657 milioni di euro) delle entrate tributarie e della diminuzione delle entrate contributive del 6,5% (-13.988 milioni di euro.

In flessione sia il gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo (-3.435 milioni di euro, -31,6 per cento) sia il gettito relativo alle entrate degli enti territoriali (-1.865 milioni di euro, -4,3 per cento). Le poste correttive - che riducono le entrate del bilancio dello Stato - risultano in diminuzione di 1.909 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2019 (4,3 per cento).

Le entrate contributive dell’INPS ammontano a 185.302 milioni di euro, in calo di 12.734 milioni di euro rispetto al 2019 (-6,4 per cento). Tale contrazione è da ricondursi, essenzialmente, all’andamento negativo
delle entrate contributive del settore privato (-8,9 per cento), in conseguenza sia del rallentamento dell’attività economica conseguente ai provvedimenti emergenziali adottati al fine di contenere la
diffusione dell’epidemia Covid-19 sia delle misure di sospensione degli adempimenti amministrativi e dei versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali disposte con i diversi interventi normativi introdotti
nell’ordinamento a partire dal mese di marzo. Gli incassi relativi alle gestioni dei lavoratori dipendenti pubblici risultano, invece, in crescita dello 0,2 per cento rispetto al 2019.

 

Collabora con DirittoItaliano.com

Vuoi pubblicare i tuoi articoli su DirittoItaliano?

Condividi i tuoi articoli, entra a far parte della nostra redazione.

Copyright © 2020 DirittoItaliano.com, Tutti i diritti riservati.