La Suprema Corte è tornata a pronunciarsi sul tema della prescrizione applicabile ai crediti inseriti in una cartella non contestata, maturata successivamente alla sua notifica.

La Sentenza, la numero 28576 di oggi, 29 novembre 2017, ha chiaramente ribadito, nel solco tracciato dalle Sezioni Unite, che la definitività data dall'omessa impugnazione non può determinare un mutamento del regime di prescrizione del credito iscritto a ruolo, non essendovi un accertamento giurisdizionale che conduce all'applicazione dell'actio iudicati di cui all'art. 2953 c.c., che decorre dal' momento del passaggio in giudicato della sentenza.

Nel caso di specie, trattandosi di ICI, la prescrizione applicabile successivamente alla notifica della cartella è quinquennale, con conseguente cassazione dell'impugnata
sentenza e, nel merito, con accoglimento del ricorso originario della contribuente.

Avv. ORazio Esposito
Contatta l'autore

 

Collabora con DirittoItaliano.com

Vuoi pubblicare i tuoi articoli su DirittoItaliano?

Condividi i tuoi articoli, entra a far parte della nostra redazione.

Copyright © 2020 DirittoItaliano.com, Tutti i diritti riservati.